Fare un bilancio

Sia che usi un supporto cartaceo o elettronico, la disciplina di gestire il tuo bilancio ti aiuterà ad essere organizzato. I pagamenti annuali, come l’assicurazione dell’auto, non ti sorprenderanno, scuotendo il tuo flusso di cassa. E spese inaspettate, che hanno una categoria in un piano di spesa, non ti butteranno giù.

Un bilancio si compone di due parti: entrate e uscite. Le entrate possono essere stipendi, dividendi o gli interessi attivi, alimenti, mantenimento dei figli, pensione, o reddito disabilità. Non include i soldi che forse riceverai. Quindi, se il bonus non è garantito, non includerlo nel tuo budget. Tienilo per incrementare il tuo fondo pensione o per una vacanza extra in inverno.

Le uscite sono tutte le spese che devi pagare. Alcune spese sono fisse: l’affitto o il mutuo, la rata dell’auto, la bolletta telefonica e l’assicurazione sulla casa. (Dividi le spese annuali, come le assicurazioni, per 12 per avere l’importo mensile.) Alcune spese sono variabili come il cibo, le utenze, i divertimenti e l’abbigliamento.

Non prendere scorciatoie quando cerchi di costruire un bilancio, tirando a indovinare quanto spendi e poi dire che il bilancio non funziona, solo perché hai usato dati inesatti o dimenticato spese poco frequenti (assicurazioni, tasse di proprietà, abbonamenti sportivi). La qualità del lavoro iniziale è essenziale per avere un bilancio realistico. E se non sei disposto a creare un bilancio realistico, e a modificarlo quando cambia la tua vita, lascia perdere.

Il modo migliore per capire le spese future è guardare le spese passate. Prendi gli estratti conto della banca e della carta di credito, e qualsiasi altro dato che ti dica dove sono andati i tuoi soldi nel corso degli ultimi sei mesi (o nell’ultimo anno). Metti ogni spesa nella categoria giusta, come bollette, cibo, vestiti, cura dei bambini, regali, fai il totale per ogni categoria, e dividi per sei (o per 12 se hai usato i dati annuali). Questi sono i tuoi dati medi mensili. Fai la somma delle varie categorie per avere il totale delle spese. Ecco come fare:

1. Procurati un foglio di bilancio. È possibile scaricare un foglio di lavoro di bilancio dal Web, o creare il proprio foglio di calcolo.

2. Metti le tue spese fisse. Mettile tutte anche se alcune sono inevitabili, come l’affitto o il mutuo, mentre altre sono piaceri, come l’abbonamento a Sky o a Netflix. Potrebbe essere necessario sacrificare i piaceri per far quadrare il bilancio.

3. Risparmio, il rimborso del debito, e il risparmio di emergenza devi metterli. Mentre puoi essere tentato di ignorare il risparmio se hai un budget stretto, non farlo. Anche € 25 al mese ti aiutano a prendere la strada giusta. Ignorare completamente il risparmio fino a quando “le cose non andranno meglio” significa restare bloccati nella “terra dei senza risparmi”. Basta poco per attraversare il confine.

4. Aggiungi le spese variabili. Anche in questo caso, alcune sono indispensabili e altre sono piaceri. Devi mangiare, e devi essere in grado di andare al lavoro. Ma fare la spesa al biologico o andare al lavoro in taxi dipende da quanti soldi hai a disposizione.

5. Osserva il saldo totale. Se il bilancio non è in equilibrio, devi scoprire cosa tagliare. Inizia con le spese variabili, riducendo gli importi. Alcune cose possono essere eliminate completamente. Se hai debiti, non puoi permettervi alcol, sigarette, parrucchiera e estetista, colazione al bar, pranzi fuori, o videogiochi. Avrai un budget di intrattenimento molto limitato, e dovrai avere tutti i tuoi divertimenti (sport compreso) in quel denaro. Puoi ridurre la spesa del cibo: è importante mangiare in modo sano, ma stando attento, comprando solo quello che è in stagione e pianificando i pasti prima della spesa, guardando anche alle offerte, si riesce a risparmiare parecchio. E niente ristorante!

6. Poi guarda le spese fisse non indispensabili, come l’abbonamento a Sky. Controlla se le tue utenze possono essere meno costose. Verifica se riesci a spendere meno dell’assicurazione auto o di quella della casa, alza la franchigia e taglia i premi di assicurazione. A volte non è facile distinguere tra cose indispensabili e piaceri, come quando il tuo unico paio di stivali invernali non è più utile è; allora che voce “abbigliamento” diventa una cosa indispensabile. Ciò è particolarmente vero se si hanno dei bambini che insistono a crescere. In questo caso, considerate una certa quantità di spese indispensabili per coprire i bisogni di base, e quindi aggiornate la voce con tutte le cose in più che si vogliono, se restano soldi da spendere.

7. Sii realistico. Se tagli in una voce per far quadrare i conti, pur sapendo che quei soldi dovrai spenderli, stai facendo un gioco, non un bilancio. Se lasci fuori categorie come l’abbigliamento, la manutenzione della casa, divertimento, regali della famiglia, le spese mediche e riparazioni auto, non sei realistico.

8. Sii pronto ad adattarti al volo. Gli imprevisti accadono e talvolta è necessario spendere soldi che non avevi programmato. Se la voce “riparazione auto” non è sufficiente per coprire i costi dei nuovi pneumatici che devi comprare, potrebbe essere necessario “prendere in prestito” i soldi dal fondo manutenzione della casa nel breve termine.

Il traguardo è non spendere più soldi di quelli che si guadagnano. Se non si riesce a far quadrare i conti, bisogna ridurre i costi o guadagnare di più. I debiti devono essere rimborsati. E si deve risparmiare qualcosa sia per le emergenze che per il lungo termine.

Se pensi di poter continuare a vivere nel regno della fantasia, buona fortuna! Se hai deciso di prendere il controllo del tuo futuro finanziario, congratulazioni. Crea un bilancio in equilibrio e hai fatto un grande passo per far lavorare i tuoi soldi per te.

Il mio bilancio è quello che mi tiene con i piedi piantati per terra. Quando rivedo le mie spese, posso valutare se tali spese sono indicazioni di un cambiamento nella mia situazione o segnali che non sto prestando attenzione. Io non sono schiava del mio budget. Se per un mese le spese dei divertimenti sono alte perché ci sono un sacco di cose che mi interessa fare, mi basta trovare posti diversi dove tagliare. Faccio scelte. Scelte consapevoli. Preferisco ridurre il mio budget per i viaggi e apportare alcune modifiche altrove che essere sorpreso con un saldo della carta di credito che non posso pagare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: